3 Dicembre 2010 – 6 Gennaio 2011

La donna allo specchio di Tiziano viene esposta in una mostra straordinaria supportata dall’Eni e curata da Valeria Merlini e Daniela Storti. Dal 3 dicembre al 6 gennaio eni porta a Milano la straordinaria opera di Tiziano, proveniente dal Museo del Louvre. L’esposizione, che si terrà nella Sala Alessi di Palazzo Marino a Milano, offre a tutti gli appassionati la possibilità di ammirare uno tra i più importanti dipinti del grande maestro veneto, gratuitamente per un intero mese.

Il dipinto restituisce attraverso la percezione dell’intimità di un am

biente domestico, l’opportunità di approfondire aspetti anche meno noti della cultura del Rinascimento italiano, esaltando i valori estetici e morali della bellezza femminile del tempo, i codici del comportamento virtuoso delle dame, le loro abitudini, il loro vestiario, la cultura dell’amore cortese che dominava il mondo relazionale della Venezia a cavallo tra il millequattrocento e il millecinquecento.

Il Comune di Milano, rendendo nuovamente accessibile ai cittadini e al pubblico la prestigiosa Sala Alessi di Palazzo Marino, consolida così i legami del Tiziano con la città, dove il pittore dipinse diverse opere tra cui L’Incoronazione di spine a Santa Maria delle Grazie, che fu teatro del fortunato incontro con Filippo II, glio dell’imperatore Carlo V. In seguito alla loro conoscenza, il pittore produsse diversi quadri mitologici, sacri e ritratti per la corte, raggiungendo il massimo livello di prestigio internazionale per un pittore dell’epoca.

Come da tradizione degli eventi promossi e organizzati da eni a Milano, la mostra intende valorizzare il dipinto in senso monografico, fornendo al visitatore uno spettro variegato di punti di vista che servano ad arricchire la propria percezione della cultura che lo produsse e il fascino del suo autore, grazie anche all’ausilio dei saggi scientifici presenti nel catalogo edito da Skira e al confronto con storici dell’arte ed esperti, presenti in sala per rispondere alle domande e alle curiosità del pubblico.

 

Una mostra di Eni curata da Valeria Merlini e Daniela Storti.
Produzione Aleart progetti d’immagine.
Catalogo Skira.

 

Menu